Industria: Istat; -3% m/m fatturato dicembre, in 2019 1* calo da 2015


A dicembre 2019, il fatturato dell’industria, al netto dei fattori stagionali, è diminuito del 3% in termini congiunturali e dell’1,4% in termini tendenziali, con riduzioni dell’1,8% per il mercato interno e dello 0,7% per quello estero.

Lo rileva l’Istat aggiungendo che nel 4* trimestre l’indice complessivo registra una riduzione dello 0,6% rispetto al trimestre precedente. Nel 2019, il fatturato dell’industria ha segnato un -0,3% rispetto al 2018, registrando il 1* calo in termini annui dal 2015.

La dinamica congiunturale del fatturato riflette cali sia sul mercato interno (-2,9%) sia su quello estero (-3,1%). Con riferimento ai raggruppamenti principali di industrie, a dicembre tutti gli indici destagionalizzati del fatturato segnano un calo su base mensile: -0,9% i beni di consumo, -2,7% l’energia, -3,0% i beni intermedi e -5,2% i beni strumentali.

Con riferimento al comparto manufatturiero, il settore farmaceutico registra la crescita tendenziale più rilevante (+15,4%), mentre l’industria dei computer e dell’elettronica mostra il calo maggiore (-7,7%).

Per il 2019 si rileva una diminuzione rispetto allo scorso anno sia del fatturato dell’industria sia dei nuovi ordinativi. In termini congiunturali, il fatturato complessivo è aumentato solo nel 1* trimestre, mentre è rimasto sostanzialmente stabile nel 2*. Gli ultimi due trimestri dell’anno sono stati caratterizzati entrambi da diminuzioni. Anche il fatturato al netto della componente di prezzo del settore manifatturiero evidenzia, in media d’anno, un calo, il primo dal 2014.

pev

Lascia un commento