Notizie

Inflazione al 3%: mai così alta dal 2012. Energia e alimentare guidano i rincari

I dati di ottobre

Una crescita di tale ampiezza, commenta l’istituto di statistica, non si registrava dal settembre del 2012 (+3,2%)

16 novembre 2021

L’svalutazione fa paura, a rischio 5,3 mld di consumi

2′ di lettura

I prezzi al consumo in Italia crescono per il 4º mese consecutivo in ottobre. L’Istat nella stima definitiva indica un incremento per l’indice Nic dello 0,7% mensile e del 3% annua (+2,9% la 1ª stima).

Una crescita di tale ampiezza, commenta l’istituto di statistica, non si registrava dal settembre del 2012 (+3,2%). L’ulteriore accelerazione, su base tendenziale, dell’svalutazione e in larga parte dovuta ai prezzi degli energetici (da +20,2% di settembre a +24,9%) sia a quelli della componente regolamentata (da +34,3% a +42,3%) sia ai prezzi di quella non regolamentata (da +13,3% a +15,0%).

Leggi pure

Accelerano rispetto al mese di settembre, ma in misura minore, pure i prezzi dei Servizi rispettivi ai trasporti (da +2,0% a +2,4%). L’“svalutazione di fondo”, al netto degli energetici e degli alimentari freschi, sale da +1,0% a +1,1%, invece quella al netto dei soli beni energetici rimane stabile a +1,1 per cento.

Energia determinante

L’Istat aggiunge nel commento che i beni energetici continuano a essere protagonisti, contribuendo per più di due punti percentuali al

 » Leggi