Inps, il governo prende tempo sulla nomina del presidente

MILANO – Più tempo per sciogliere il nodo della presidenza dell’Inps dopo la scadenza dell’economista Tito Boeri. Dopo il braccio di ferro dei giorni scorsi, gli esponenti della maggioranza indicano che servirà ancora qualche giorno per definire la partita. Non a caso nelle ultime ore si è fatta strada l’idea che serva un commissario per traghettare l’istituto fino alla nuova squadra di vertice, con il ritorno del consiglio di amministrazione a cinque membri voluto dal decretone.

“A tempo debito le nomine arriveranno”. Ha risposto così Giancarlo Giorgetti, sottosegretario alla presidenza del Consiglio, a chi gli chiedeva a che punto fossero le nomine per i vertici di alcuni enti in scadenza, come l’Inps.

“Nei prossimi giorni verrà nominato un commissario” all’Istituto, ha spiegato il sottosegretario al Lavoro, Claudio Durigon, intervistato dal Giornale Radio Rai. “C’è un…
Leggi anche altri post Economia o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer