Inps senza presidente, in Germania eletto a sei mesi dalla scadenza

Tito Boeri aveva preparato un documento di 51 pagine per il passaggio di consegne con il successore e due settimane fa lo ha messo nelle mani del presidente del Consiglio, Giuseppe Conte. Poi il passare dei giorni ha cancellato anche quell’ultimo simbolo di trasparenza (almeno tentata) che l’economista milanese ha cercato di proporre con la sua esperienza in Inps.

Dopo di lui arriverà probabilmente un “traghettatore”, ovvero un soggetto “con i poteri del presidente e del consiglio di amministrazione”, che dovrà garantire la rappresentanza legale dell’Istituto fino a quando non saranno nominati i nuovi vertici.

Leggi anche altri articoli di Economia o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer