Intesa accelera sugli Npl, si defila da Carige e guarda alla Svizzera

Intesa Sanpaolo  conferma le previsioni di dividendo e gli obiettivi di bilancio 2018 e accelera sulla cessione dei crediti deteriorati (Npl), mentre guarda a piccole operazioni di M&A all’estero, in particolare in Svizzera. “Confermiamo” per il 2018 “l’impegno sul dividendo con un pay-out dell’85%” sul risultato netto. “Siamo assolutamente in linea coi target del piano industriale”, ha detto l’amministratore delegato, Carlo Messina, in un’intervista a Bloomberg Tv a margine del forum di Davos, anzi sul processo di smaltimento dei crediti deteriorati “stiamo posizionati ben meglio del piano ed è mia intenzione accelerare la riduzione”, ha annunciato.

Tanto che, in occasione dei prossimi risultati trimestrali, ha rivelato Messina, “farò degli annunci sulla accelerazione” dello smaltimento di Npl. Quanto al capitolo M&A il banchiere ha escluso acquisizioni in Italia, non operazioni minori in Svizzera: principalmente di boutique finanziarie nel Paese e…
Leggi anche altri post Agenzie o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer