Intesa: Codacons, esposto a Consob per manipolazione mercato filiali Ubi

Intesa: Codacons, esposto a Consob per manipolazione mercato filiali Ubi


Grafico Azioni Intesa Sanpaolo (PK) (USOTC:ISNPY)
Intraday

Giovedì 23 Luglio 2020

Le procure della Repubblica di Bergamo e Milano e la Consob dovranno verificare la correttezza dell’operato delle filiali di Ubi Banca in merito all’Ops lanciata da Intesa SanPaolo e alle informazioni rese ai propri clienti. Il Codacons infatti, dopo essere venuto in possesso di una registrazione audio attribuibile ad un dipendente della filiale Ubi di Vertova (Bg) nella quale l’addetto sembrerebbe convincere un cliente della banca circa la non convenienza dell’Ops, ha deciso di presentare un esposto a tutela dei risparmiatori per la possibile fattispecie di manipolazione del mercato e perché venga fornita una informazione corretta e trasparente a tutti gli azionisti coinvolti.

All’associazione “sono giunte segnalazioni sul modus operandi di alcune agenzie Ubi che evidenzierebbero -il condizionale è d’obbligo- come alcuni operatori starebbero fornendo delle informazioni non corrette, incomplete, finanche omettendo alcuni importanti dati, che porterebbero i correntisti, gli azionisti e i piccoli risparmiatori a fare delle scelte anche economiche che non avrebbero fatto o avrebbero fatto in altro modo se avessero avuto le giuste e corrette informazioni. Ora se è chiara la linea ufficiale della Ubi di essere contraria e di avere respinto l’offerta pubblica di scambio (Ops) ricevuta da Intesa Sanpaolo, quel che merita di essere accertato -scrive il Codacons- è se in tale ottica, attraverso le proprie filiali e agenzie, non si stia procedendo a porre in essere una pratica ostruzionistica volta ad impedire agli azionisti Ubi di avere un quadro informativo completo per poter scegliere di aderire o meno all’operazione in in modo da non consentire a Intesa Sanpaolo di riuscire ad arrivare al suo obiettivo”.

Nello specifico si farebbe riferimento, alla luce di una nota audio pervenuta all’associazione, “all’operato di una agenzia Ubi a Vertova (BG) nella quale si sentirebbe specificatamente come l’operatore della Agenzia Ubi, alla richiesta di un azionista di chiare informazioni sull’Ops di Intesa Sanpaolo, ponga in essere una politica disincentivante volta a ingenerare la convinzione nell’azionista della non convenienza dell’operazione senza fornire la completa informativa”.

Il Codacons ritiene quindi “indispensabile, necessario e doveroso approfondire definitivamente la vicenda, soprattutto nell’ottica di trasparenza nei confronti della collettività e per la tutela dell’economia nazionale da distorsioni del mercato derivanti da manovre fraudolente che ledono interessi dei consumatori, degli utenti e dei risparmiatori, dei contribuenti e degli azionisti e correntisti che hanno investito nei mercati finanziari, sia individualmente che collettivamente”.

In merito all’Ops, il Codacons ha pubblicato sul proprio sito una guida utile per spiegare ai piccoli risparmiatori i dettagli dell’operazione e permettere a ciascuno di compiere scelte consapevoli e non condizionate dagli interessi delle banche.

vs

Intesa: Codacons, esposto a Consob per manipolazione mercato filiali Ubi 

Grafico Azioni Intesa Sanpaolo (PK) (USOTC:ISNPY)
Intraday

Giovedì 23 Luglio 2020

Le procure della Repubblica di Bergamo e Milano e la Consob dovranno verificare la correttezza dell’operato delle filiali di Ubi Banca in merito all’Ops lanciata da Intesa SanPaolo e alle informazioni rese ai propri clienti. Il Codacons infatti, dopo essere venuto in possesso di una registrazione audio attribuibile ad un dipendente della filiale Ubi di Vertova (Bg) nella quale l’addetto sembrerebbe convincere un cliente della banca circa la non convenienza dell’Ops, ha deciso di presentare un esposto a tutela dei risparmiatori per la possibile fattispecie di manipolazione del mercato e perché venga fornita una informazione corretta e trasparente a tutti gli azionisti coinvolti.

All’associazione “sono giunte segnalazioni sul modus operandi di alcune agenzie Ubi che evidenzierebbero -il condizionale è d’obbligo- come alcuni operatori starebbero fornendo delle informazioni non corrette, incomplete, finanche omettendo alcuni importanti dati, che porterebbero i correntisti, gli azionisti e i piccoli risparmiatori a fare delle scelte anche economiche che non avrebbero fatto o avrebbero fatto in altro modo se avessero avuto le giuste e corrette informazioni. Ora se è chiara la linea ufficiale della Ubi di essere contraria e di avere respinto l’offerta pubblica di scambio (Ops) ricevuta da Intesa Sanpaolo, quel che merita di essere accertato -scrive il Codacons- è se in tale ottica, attraverso le proprie filiali e agenzie, non si stia procedendo a porre in essere una pratica ostruzionistica volta ad impedire agli azionisti Ubi di avere un quadro informativo completo per poter scegliere di aderire o meno all’operazione in in modo da non consentire a Intesa Sanpaolo di riuscire ad arrivare al suo obiettivo”.

Nello specifico si farebbe riferimento, alla luce di una nota audio pervenuta all’associazione, “all’operato di una agenzia Ubi a Vertova (BG) nella quale si sentirebbe specificatamente come l’operatore della Agenzia Ubi, alla richiesta di un azionista di chiare informazioni sull’Ops di Intesa Sanpaolo, ponga in essere una politica disincentivante volta a ingenerare la convinzione nell’azionista della non convenienza dell’operazione senza fornire la completa informativa”.

Il Codacons ritiene quindi “indispensabile, necessario e doveroso approfondire definitivamente la vicenda, soprattutto nell’ottica di trasparenza nei confronti della collettività e per la tutela dell’economia nazionale da distorsioni del mercato derivanti da manovre fraudolente che ledono interessi dei consumatori, degli utenti e dei risparmiatori, dei contribuenti e degli azionisti e correntisti che hanno investito nei mercati finanziari, sia individualmente che collettivamente”.

In merito all’Ops, il Codacons ha pubblicato sul proprio sito una guida utile per spiegare ai piccoli risparmiatori i dettagli dell’operazione e permettere a ciascuno di compiere scelte consapevoli e non condizionate dagli interessi delle banche.

vs