Intesa Sanpaolo, 2.500 posti terapia intensiva in protocollo siglato per donazione 100 mln


Mercato azionario

MILANO (Reuters) – Per regolare la donazione da 100 milioni destinata all’emergenza sanitaria che da ieri vede l’Italia prima al mondo per vittime da coronavirus, Intesa Sanpaolo (MI:ISP) ha siglato un protocollo di collaborazione con la Protezione Civile.

Il contributo, precisa Intesa in una nota, sarà utilizzato soprattutto per rafforzare in via permanente le strutture del servizio sanitario nazionale in prima linea nella lotta al virus con l’obiettivo di contribuire all’incremento di 2.500 nuovi posti letto di terapia intensiva.

Il contributo potrà essere utilizzato anche per aumentare i posti di terapia sub-intensiva, predisporre apparecchiature e nuove strutture, anche temporanee.

La banca valuterà di volta in volta le esigenze dell’intero territorio nazionale come avanzate dal commissario straordinario in raccordo con la Protezione Civile, concordando la realizzazione di un determinato intervento e stabilendone insieme anche i tempi di realizzazione, l’importo ed il beneficiario ultimo.

Il commissario straordinario e la Protezione Civile si sono impegnati a fornire rendicontazione a Intesa che potrà effettuare verifiche sulla destinazione delle somme.

Lascia un commento