Isee, scatta l’ora del rinnovo

Direttamente on line sul sito dell’Inps o presso un qualunque Caf, è il momento di ripresentare la Dsu, la dichiarazione unica necessaria per ottenere l’Isee valido per il 2018. Dopo la riforma il documento ha infatti scadenza annuale e quindi deve essere richiesto, dal 15 gennaio in poi, non solo da chi accedere alle prestazioni per la prima volta, ma anche da chi già le ha ottenute in passato. Così, ad esempio, deve rinnovare l’Isee chi ha richiesto il bonus bebè negli anni scorsi per non rischiare di vederselo sospendere.
Come richiedere l’Isee. La Dsu può essere presentata: all’ente che eroga la prestazione sociale agevolata; al comune; a un Caf; online all’Inps. La consegna dell’Isee è gratuita anche quando ci si rivolge ad un Caf.
I dati da indicare nella Dsu sono in parte autodichiarati e in parte acquisiti dall’Agenzia delle Entrate (reddito complessivo ai fini Irpef) e da Inps (trattamenti assistenziali, previdenziali e indennità erogata dall’Inps). Il nucleo familiare è quello alla data di presentazione della dichiarazione. I redditi di riferimento sono quelli che risultano dal 730 o dal modello Redditi del 2017…