Italia, Ocse vede deficit a 2,5% Pil in 2019, 3% in 2020

ROMA (Reuters) – Il quadro di finanza pubblica italiano è in netto peggioramento per l’Ocse, che vede il deficit pubblico risalire fino a toccare il limite Ue del 3% del prodotto interno lordo nel 2020, trascinando al rialzo il debito, sotto l’effetto della recessione e delle politiche di spesa del governo.

Nella nuova edizione dell’indagine economica sull’Italia, gli economisti di Parigi prevedono che il disavanzo di bilancio si attesti a fine anno al 2,5% del Pil, ben oltre il target del 2% negoziato dal governo con l’Europa lo scorso dicembre.

Il Pil 2019 mostrerà una contrazione di 0,2 punti percentuali, spiega l’Ocse confermando la stima diffusa a marzo. La fine della terza recessione italiana in dieci anni è rinviata al 2020, che dovrebbe chiudersi con una crescita di 0,5 punti.

Ad incidere in negativo, si legge nel rapporto…
Leggi anche altri post markets o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer