Italia-Qatar, dalla meccanica agli alberghi: ecco i legami economici

MILANO – La meccanica strumentale, il design Made in Italy. Ma, in tempi più recenti, anche le produzioni dell’agroalimentare tricolore. Sono questi i settori che vedono nel Qatar un importante mercato di sbocco. Mentre il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, fa visita all’Emiro Sheikh Tamim bin Hamad al Thani, sul trono dal 2013, i numeri di Sace permettono di inquadrare i rapporti economici tra i due Paesi.

Entrato in rotta di collisione con Arabia Saudita e vicini degli Emirati arabi, che l’accusano di supportare il terrorismo estremista, il Qatar ha una economia trainata dal settore degli idrocarburi che ne costituiscono il 60 per cento dell’export. Dopo l’uscita dall’Opec, il cartello dei produttori di greggio capitanato dall’Arabia, ha focalizzato i suoi investimenti sul Gas Naturale Liquefatto (con aumento della capacità estrattiva a regima di circa il 30% nel solo…
Leggi anche altri post Economia o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer