Italia vede Pil 2019 a +0,3/+0,4%, deficit a circa 2,3% Pil

di Giuseppe Fonte e Gavin Jones

ROMA (Reuters) – Il governo ridurrà con ogni probabilità l’obiettivo di crescita del 2019 a +0,3 o +0,4%, mentre l’indebitamento netto dovrebbe essere fissato al 2,3% del Pil, secondo quanto riferiscono a Reuters quattro fonti governative e politiche.

Le stime ufficiali più recenti risalgono a dicembre e indicano un Pil a +1% con un deficit a quota 2,04%, frutto dell’accordo con la Commissione europea che ha evitato all’Italia di finire sotto procedura d’infrazione, almeno nell’immediato.

I nuovi target saranno contenuti nel Documento di economia e finanza (Def), atteso in Consiglio dei ministri martedì 9 aprile, spiega una delle fonti.

A legislazione vigente, senza assumere i nuovi interventi in cantiere a sostegno dell’economia, il ministero dell’Economia stima una crescita di 0,1 punti percentuali quest’anno…
Leggi anche altri post Indicatori economici o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer