JP Morgan: tre sfide per la cedola di Intesa

JP Morgan passa sotto la lente i conti di Intesa Sanpaolo  e mette in rilievo tre ostacoli piuttosto complessi sulla strada di un dividendo così elevato (0,197 quello appena annunciato), con uno yield attuale di quasi il 10%. Conferma il rating neutral sul titolo e riduce il target price da 2,5 a 2,3 euro. La banca d’affari americana riduce anche il prezzo obiettivo di Unicredit  da 17 a 15 euro, ribadendo il rating outperform sulla banca gestita da Jean Pierre Mustier.

Gli analisti riconoscono nel ceo di Intesa Sanpaolo , Carlo Messina, la capacità di tenere sotto controllo i costi. Tuttavia mettono in evidenza che i conti del 2018 contengono alcune voci una tantum che non si ripeteranno con facilità nel 2019. Su 4,05 miliardi di utile rientrano anche 246 milioni di guadagni da NTV (Italo) e 500 milioni dalle cessioni, soprattutto riguardanti…
Leggi anche altri post Agenzie o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer