La Fed lascia invariati i tassi. “Pazienti” su nuovi aumenti

ROMA – La Federal Reserve, come previsto, nella sua prima riunione di quest’anno ha lasciato i tassi di interesse Usa invariati. E per il futuro, come aveva già detto lo scorso 4 giugno il suo presidente Jerome Powell, fa sapere che sarà “paziente”. Il tasso sui Fed Funds resta dunque in una forchetta fra il 2,25% e il 2,50%.

Nel 2018 la Fed ha rialzato i tassi quattro volte, mentre le strette salgono a nove dal 2015, da quando cioè l’istituto ha avviato il ciclo di rialzi dopo la crisi finanziaria.

La Fed ribadisce che una espansione dell’economia e una crescita dell’occupazione sono i “risultati più probabili” per gli Stati Uniti. Ma il quadro internazionale si è fatto “contraddittorio”, dopo il rallentamento della Cina e dell’Unione Europea. Non solo. Tra le incognite in campo ci sono anche…
Leggi anche altri post Economia o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer