La paura di recessione abbatte le Borse: Tokyo -3%

MILANO – I timori di un forte rallentamento economico sono tornati a far capolino nella mente degli investitori sul finire della scorsa settimana, quando – dagli Usa alla Germania – si sono diffusi numeri macro fortemente negativi. La settimana dei mercati finanziari ricominica da dove aveva finito: la spinta del 2019 che aveva portato i listini globali ai massimi da cinque mesi sta mostrando sempre più scricchiolii. Timori alimentati anche dal vedere una pericolosa inversione nella curva dei rendimenti dei titoli di Stato americani: per la prima volta dal 2007, venerdì scorso quelli a tre mesi rendevano più di quelli a 10 anni. Un sintomo del fatto che sui mercati si sconti una recessione nel medio periodo. Anche l’inversione di rotta delle Banche centrali, che hanno abbandonato il loro percorso di normalizzazione della politica monetaria per rimettersi in posizione accomodante, non ha dato quel sollievo atteso ma è stata…
Leggi anche altri post Economia o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer