Notizie

Riserva naturale Ecuador impiegherà tempo per riprendersi dal petrolio

Il Ministro dell’Ambiente dell’Ecuador, Jose Davalos, ha affermato che la flora e la fauna colpite dalla produzione di petrolio nella riserva amazzonica Yasuni impiegheranno molti anni per riprendersi. L’Ecuador sta preparando la chiusura del blocco 43-ITT, gestito dalla società statale Petroecuador, in risposta alla volontà popolare di chiudere il progetto. Tuttavia, Davalos ha avvertito che una chiusura affrettata potrebbe causare danni ambientali, sottolineando che passeranno molti anni prima che l’ecosistema si ripristini. Il blocco comprende tre campi e circa 230 pozzi operativi, e l’Ecuador non ha esperienza nell’abbandono di un’area di queste dimensioni. Petroecuador ha un anno di tempo per sospendere le sue operazioni, il che comporterà una diminuzione del 12% nella produzione di petrolio dell’Ecuador e costerà al Paese circa 13,8 miliardi di dollari nei prossimi due decenni. Nonostante i costi economici, gli ambientalisti e alcune comunità locali sostengono che vietare le future operazioni estrattive è necessario per proteggere l’ambiente e combattere il cambiamento climatico. Davalos ha sottolineato l’importanza di una chiusura ordinata per evitare danni aggiuntivi, come il disboscamento illegale e la caccia indiscriminata alla fauna selvatica.


La riserva naturale dell'Ecuador impiegherà anni per riprendersi dopo l'uscita dal petrolio – Ministro

Tutte le Notizie

FIMA

Mostra di più