La sfida della Casa Bianca tra i paperoni americani vale tre miliardi


La sfida della Casa Bianca tra i paperoni americani vale tre miliardi

Fiumi di denaro che scorrono verso le urne. Sono i fondi mobilitati – raccolti, a volte già spesi, altre volte promessi – dai candidati alle elezioni presidenziali americane del 2020. Dagli aspiranti alla nomination del partito democratico per riconquistare la Casa Bianca, come da Donald Trump a caccia d’un secondo mandato. Una sfida a colpi non solo di sondaggi ma di dollari e donazioni che hanno già superato il traguardo del miliardo, quando agli 800 milioni rastrellati dai candidati si sommano i 200 milioni finora stanziati dal tycoon auto-finanziato Michael Bloomberg. Il quale ha già fatto balenare l’intenzione di iniettare da solo un altro miliardo nella battaglia all’ultimo voto.Bloomberg e i 60 miliardi di fortuna personale Bloomberg è il simbolo più visibile dei conti sempre più record della politica negli Stati Uniti: il 13esimo uomo più ricco al mondo, pescando nella sua fortuna personale da 60 miliardi, ha investito…

fonte

Lascia un commento