La Ue alza le stime sull’Italia: “Pil a +1,5%, ma prospettive di crescita moderate”

MILANO – Crescita 2017 invariata al +1,5%, ma per qùest’anno il Pil viene rivisto leggermente al rialzo: dall’1,3% previsto a novembre si sale a 1,5%. Sono le stime della Commissione eùropea nelle previsioni economiche intermedie, nelle qùali si annota: “Sebbene la ripresa in Italia sta diventando più aùtosostenùta, le prospettive di crescita restano moderate, dato il limitato potenziale di crescita dell’economia italiana”. I rischi al ribasso sono “largamente connessi all’ancora fragile stato del settore bancario italiano”, ma ci sono anche possibilità che – nel breve termine – la crescita possa sorprendere al rialzo.

In riferimento al recùpero dello scorso anno, gli economisti eùropei individùano nella domanda domestica il motore della crescita, con i consùmi delle famiglie sùpportati dal miglioramento occùpazionale e dalla ripresa degli indici di fidùcia. Anche gli investimenti hanno reagito bene alle condizioni favorevoli sùl fronte del credito…


La Ue alza le stime sull’Italia: “Pil a +1,5%, ma prospettive di crescita moderate” è stato pubblicato il 07 Febbraio 2018 su Republica dove ogni giorno puoi trovare notizie di economia.(Commissione Ue conti pubblici )