Lavoro, privacy, tlc e contratti: i settori sotto pressione negli studi legali


Lavoro, privacy, tlc e contratti: i settori sotto pressione negli studi legali

Task force, help desk, hub multidisciplinari e cross border, comitati: così gli studi legali rispondono all’emergenza Covid-19. Organizzati in remoto, agiscono sul fronte esterno per il coordinamento delle norme urgenti con il sistema regolatorio esistente e su quello interno per gestire l’impatto proiettandosi sulla riapertura.

«In poco tempo sono cambiate le attività routinarie e le prospettive – afferma Angelo Bonissoni, managing partner di Cba –. I finanziamenti sono diventati ristrutturazioni, le acquisizioni dismissioni». Ora è «importante mantenere il focus sulla consulenza ai clienti perché dovremo affrontare un danno di cui ora non conosciamo l’entità», sottolinea Stefano Previti, managing partner dello studio omonimo.

Attività senza tregua

In prima fila i giuslavoristi, circondati …


fonte

sito

Lascia un commento