Le birre bionde di Sardegna sono da esportazione


Le birre bionde di Sardegna sono da esportazione 
Lo hanno dichiarato numerosi turisti. Quest’anno la Sardegna sarà la meta dell’estate ancor più degli anni passati. L’emergenza sanitaria, che ci ha aperto nuovamente gli occhi, forzatamente ma piacevolmente, sulle bellezze italiane, ha spinto molti viaggiatori a ricercare il mare da cartolina e la natura selvaggia entro i confini nazionali. Saranno tanti, dunque, i visitatori che, seppure a distanza, si incontreranno nelle bellissime località sarde baciate dal sole rinfrescandosi, magari, con una buona birra da sorseggiare sgranocchiando un po’ di pane carasau. Sorseggiare una bionda spumeggiante è uno dei modi più piacevoli e gustosi per stemperare il caldo estivo e di certo tra un bar di Alghero ed un club di Porto Rotondo, tra un bistrot di Porto Cervo ed un ristorante di Santa Teresa di Gallura la scelta di birre ghiacciate di ogni tipo e provenienza non mancherà, accontentando i palati pure dei turisti più esigenti. Ma durante un’estate tutta italiana sarebbe un peccato lasciarsi nuovamente “sedurre” dalle attrattive d’oltreconfine proprio quando ci si trova a dover scegliere una birra. Ed a maggior ragione in Sardegna, dove si possono gustare deliziose birre dall’anima “isolana” che potrebbero diventare un piacevole accompagnamento per le serate estive in compagnia. Proprio quest’anno, soprattutto, Nastro Azzurro ha dedicato proprio alla Sardegna un’edizione speciale della sua famosa lager.

Una lager esclusiva

Già lo scorso anno, il noto brand ha scelto di…

seguici...sullo stesso argomento