Notizie

Le Borse di oggi, 15 novembre 2011. I listini Ue positivi con le rassicurazioni di Lagarde. Il Giappone frena…

MILANO – . Le Borse europee chiudno in rialzo sostenute  dalle parole di Christine Lagarde: la presidente della Bce ha ammesso che la diminuizione dell’ richiederà più tempo del programmato, ma i prezzi energetici scenderanno nella prima metà del 2022 e un rialzo dei tassi rimane “improbabile” il prossimo anno. Milano sale dello 0,49%, Francoforte cesce dello 0,33%, Parigi si rafforza al +0,07% e solo Londra rimane in dello 0,2%. Debole Wall Street, con il DoW Jones in rialzo frazionale e il Nasdaq in diminuizione dello 0,4%. Sembrano invece rientrare le turbolenze sul mercato dei bond, dopo un periodo di elevata volatilità legata ai timori per la persistenza di un alto livello di che dovrebbe portare le Banche centrali ad agire sui tassi. Le aspettative dei mercati per l’andamento dei prezzi nel prossimo decennio restano ad ogni modo vicine ai massimi dal 2006.

Di mattina, le Borse asiatiche si sono mosse in ordine sparso: quella di Tokyo e riuscita a chiudere in positivo a dispetto della frenata dell’economia nipponica: il Nikkei 225 ha segnato +0,56% e 29.776 punti e il Topix e salito dello 0,39% a 2.039 punti: i mercati hanno premiato più che altro la stagione delle trimestrali che mostrano nella maggior parte dei casi notizie positive per i bilanci societari, spesso superiori alle previsioni. Deboli invece le Piazze cinesi, con l’indice Shanghai Composite che ha perso lo 0,16%, invece lo Shenzen Component cede lo 0,2%. A Hong Kong l’indice Hang Seng ha girato in positivo nel finale al +0,25%

I dati da Est: frena il Prodotto interno lordo (PIL) del Giappone, sorprende la Cina

L’umore degli investitori e stato orientato dai dati macroeconomici pubblicati dalle maggiori economie orientali. In Giappone, in particolar modo, nel 3º trimestre l’economia si e contratta dello 0,8%, oltre le stime degli analisti e in scia alla riduzione dei consumi causata dalla epidemia da Coronavirus.

 » Leggi