Leonardo Spa: al via Drone Contest, 6 università coinvolte

Leonardo Spa: al via Drone Contest, 6 università coinvolte


Grafico Azioni Leonardo (BIT:LDO)
Intraday

Mercoledì 1 Luglio 2020

L’anno scorso il lancio ufficiale durante l’Innovation Day di Leonardo tenutosi a Torino, oggi il simposio, interamente digitale, di presentazione del progetto della prima edizione del

“Drone Contest. An Open Innovation Challenge”, ideato e organizzato da Leonardo.

Il progetto, informa un comunicato, si presenta come un’opportunità di Open Innovation e una collaborazione tra industria e Università che punta a creare una sinergia tra lo sviluppo e la ricerca accademica in relazione agli ambiti di Artificial Intelligence, Computer Vision, Sensor Fusion, e Machine Learning. Il Drone Contest di Leonardo si pone l’obiettivo di favorire lo sviluppo sia delle tecnologie relative all’intelligenza artificiale applicata ai sistemi unmanned sia la nascita di un ecosistema che coinvolga, in un intreccio virtuoso, grande impresa, atenei, pmi, spin-off e startup.

L’iniziativa, promossa da Leonardo, vede la collaborazione di sei importanti atenei del Paese: il Politecnico di Torino, il Politecnico di Milano, l’Università di Bologna, la Scuola Superiore S. Anna di Pisa,

l’Università di Roma Tor Vergata e l’Università di Napoli Federico II. Si tratta dell’unica competizione in Italia nella quale le Università si sfidano in una gara di intelligenza artificiale.

La competizione, iniziata ufficialmente nel novembre 2019, terminerà nel 2022, e durante il contest i dottorandi, supportati dai professori e in collaborazione con i team universitari e di Leonardo, dovranno

sviluppare e proporre le capacità piu innovative dei sistemi di droni unmanned, ossia senza pilota. La prima gara del Drone Contest si svolgerà a Torino il 18 settembre 2020 e in tale occasione si analizzeranno i primi risultati e le potenzialità dei rispettivi progetti. Ogni anno, le Università, suddivise per team, si confronteranno in un simposio scientifico e con specifiche competizioni. Leonardo sostiene,

per tre anni, l’attività dei sei dottorandi degli atenei coinvolti con borse di studio per l’annuale confronto nelle gare e finalizzate a favorire la ricerca e l’innovazione.

Il Drone contest, ha affermato Roberto Cingolani, Chief Technology & Innovation Officer di Leonardo, “è una prova del futuro. Un futuro che

sarà caratterizzato dall’utilizzo di sistemi unmanned che svolgeranno uno spettro di attività che l’uomo non potrà mai compiere con medesima efficacia e profondità di analisi”.

com/rov