L’ex sindaco di Roma Gianni Alemanno condannato a sei anni

L’ex sindaco di Roma Gianni Alemanno è stato condannato a sei anni. È uno dei filoni dell’inchiesta Mondo di mezzo. La sentenza è stata emessa dalla seconda sezione penale del tribunale di Roma. Secondo il tribunale Alemanno avrebbe ottenuto illecitamente denaro dall’organizzazione mafiosa capeggiata da Massimo Carminati.

Interdetto in perpetuo dai pubblici uffici
Alemanno è accusato di corruzione e finanziamento illecito. Secondo l’accusa, tra il 2012 e il 2014, per il tramite l’ex ad di Ama Franco Panzironi avrebbe ricevuto, attraverso la fondazione Nuova Italia, oltre 223 mila euro mila euro per compiere atti contrari ai doveri del suo ufficio, tra cene elettorali, finanziamenti alla sua fondazione e soldi cash, questi ultimi nell’ottobre 2014, a due mesi dalla prima tranche di arresti avvenuti a dicembre.

Leggi anche altri articoli di Economia o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer