Libero Cinema In Libera Terra 2020. I numeri del nuovo format


Libero Cinema In Libera Terra 2020. I numeri del nuovo format 

Elisabetta Antognoni, presidente di Cinemovel: “5.100 spettatori in sala virtuale e 25.000 utenti social in tre giorni ci dicono che c’è voglia di cinema e cultura. E a settembre la carovana tornerà nei beni confiscati alle mafie

Si sono concluse con un bilancio nettamente positivo le prime tre tappe della XV edizione di Libero Cinema in Libera Terra, il festival promosso da Cinemovel e Libera e realizzato in collaborazione con MYmovies: 5.100 sono stati gli spettatori nella sala virtuale, 25mila le persone che hanno seguito il programma “Diritti al nuovo mondo. Libero Cinema Incontra” condotto da Enrico Fontana, ancora visibile online, mentre 22mila le pagine visitate sulla piattaforma del Festival.

Il nuovo format ha funzionato – dichiara Elisabetta Antognoni, presidente di Cinemovel -, infatti i numeri testimoniano che c’è voglia di cinema e cultura. Per portare ancora luce su mafie, corruzione e diritti universali, nonostante l’emergenza Covid-19, abbiamo lanciato una nuova idea di racconto e possiamo ritenerci soddisfatti del lavoro fatto“.

Numerose e significative le testimonianze, le riflessioni e gli appelli lanciati dai protagonisti delle serate. Momenti di dialogo e dibattito che costituiscono parte di un’azione indispensabile, che muove verso la costruzione di un nuovo umanesimo, di una società più equa e giusta, che non rinuncia a ri-conoscere la dignità di ogni persona e la…