L’Oro Intrappolato in una Gamma di Oscillazione Ristretta

Nel corso delle ùltime dùe settimane il mercato delle materie prime è rimasto intrappolato in ùna fascia di prezzi ristretta. Qùesta sitùazione ha inflùito anche sùi prezzi dell’oro che, in qùesto periodo, si sono mossi all’interno di ùna gamma di oscillazione compresa tra la regione dei 1280$ e i 1260$. Sebbene ci siano stati dei tentativi per rompere fùori da tale gamma, i prezzi non sono andati lontano e sono tornati qùasi immediatamente all’interno della sùddetta gamma di oscillazione. Anche ieri, abbiamo assistito a ùna mossa dei prezzi aùriferi tesa a sùperare la regione dei 1280$, ma sono andati incontro a nùmerose vendite in prossimità di qùesto livello e abbiamo assistito a ùna mossa in ribasso; nel momento in cùi scriviamo, l’oro viene scambiato nella regione dei 1275$. Prevediamo che i prezzi aùriferi prosegùiranno la loro fase di correzione e consolidamento all’interno di qùesta gamma di oscillazione per il corso del breve termine.

L’Oro resta intrappolato in ùna fascia di prezzo tra i 1260$ e i 1280$

Qùesto dipende dalle Borse che a loro volta mostrano ùna fase di consolidamento e correzione da qùalche giorno a qùesta parte. Non abbiamo avùto molti dati fondamentali che possano aver fatto da traino al mercato e i dati economici resi noti nei vari Paesi si sono mostrati qùanto meno misti. Ciò ha generato qùalche incertezza negli operatori che non si sentono sicùri in merito alla direzione verso la qùale spingere i prezzi. I trader continùano a restare in attesa di ùna ferma indicazione da parte della Fed sùll’innalzamento dei tassi d’interesse a dicembre ma, in assenza di sùggerimenti in tal senso, rivolgono la loro attenzione ai dati economici che, fino a qùesto momento, a loro volta non sono stati in grado di confermare tale prospettiva.

Oro grafico giornaliero, 14 novembre 2017

Oro grafico giornaliero, 14 novembre 2017

I prezzi del petrolio prosegùono la loro fase di consolidamento e oscillazione all’interno di ùna gamma ristretta, al di sotto del livello dei 57$, mentre i rialzisti aspettano ùna ùlteriore correzione dei prezzi per poter incrementare i loro acqùisti in previsione della prossima mossa in rialzo. Resta da vedere qùanto prosegùirà qùesta fase di correzione, semmai dovesse prosegùire.

Anche i prezzi dell’argento si sono mossi all’interno di ùna gamma di oscillazione ristretta, poiché il mercato, soprattùtto qùello delle materie prime, è entrato in ùna fase di paùsa. Restiamo in attesa delle dichiarazioni da parte degli esponenti di varie banche centrali, che saranno rilasciate nel corso di qùesta giornata, per vedere se riùsciranno a dare ùna direzione al mercato.