Lusso, anche Gucci inciampa in accuse social di razzismo e ritira maglione

MILANO (Reuters) – Anche Gucci inciampa nelle accuse di razzismo sui social dopo i casi Dolce&Gabbana e Prada.

Il marchio italiano controllato dal gruppo francese Kering (PA:PRTP) si è scusato oggi ufficialmente su Twitter e ha annunciato il ritiro da tutti i negozi online e fisici di un maglione nero caratterizzato da un lungo collo che copre tutta la metà inferiore del viso e circonda la bocca con grandi labbra rosse.

Le numerose accuse apparse sui social di ricordare l’immaginario “blackface” – il modo con cui nell’Ottocento si truccavano gli attori bianchi per rappresentare persone di colore attraverso una esasperazione dei loro tratti somatici – hanno spinto Gucci a porgere “profonde scuse” per l’offesa causata. “Consideriamo la diversità un valore fondamentale (…), all’apice…
Leggi anche altri post markets o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer