LVenture: esce da LybraTech con plusvalenza di 747 mila euro


LVenture Group, holding di partecipazioni quotata sull’Mta che investe in startup digitali ad elevato potenziale di crescita, comunica l’exit dalla startup LybraTech, acquisita al 51% da Zucchetti, la prima azienda italiana di software.

Il disinvestimento dell’intera quota di partecipazione di LVenture Group, pari al 12,61%, ha generato un incasso di 977 mila euro a fronte di un investimento complessivo pari a 230 mila euro, con un plusvalore sul capitale investito di 747 mila euro e un ritorno del 4,25x.

LybraTech, spiega una nota, è un software in grado di suggerire, mediante machine learning, il prezzo ottimale di vendita delle stanze di albergo. Grazie alla sua tecnologia proprietaria basata sull’Intelligenza Artificiale LybraTech è in grado di adattare i prezzi dinamicamente e in tempo reale, consentendo alle strutture alberghiere di massimizzare i ricavi.

“L’exit da LybraTech, l’ottava per LVenture Group, conferma la definitiva maturazione del processo avviato. Questa operazione ci rende particolarmente orgogliosi: in meno di 2 anni abbiamo investito in una startup, l’abbiamo supportata con le risorse finanziarie e il nostro

network accrescendone rapidamente il valore e l’abbiamo portata all’exit con un gruppo industriale di primissimo piano, generando un ritorno del 4,25x, con un plusvalore sul capitale investito di circa 750 mila euro. Questa è la conferma che con l’emergenza Covid, che sta accelerando la transizione digitale a livello globale, le corporate hanno sempre più bisogno dell’innovazione che può arrivare dalle startup per sviluppare nuovi modelli di business o di prodotto. LVenture, con oltre 70 startup in portafoglio, è su questo mega trend, da cui potrà estrarne grande valore”, ha affermato Luigi Capello, Ceo di LVenture Group.

com/sda

susanna.scotto@mfdowjones.it

Lascia un commento