Mai più «rimborsopoli»: il M5S apre un conto corrente per le restituzioni

L’ombra nera della vicenda “rimborsopoli”, che ha travolto il M5S lo scorso anno alla vigilia delle elezioni del 4 marzo, non smette di allungarsi sul Movimento, come la gogna social di Giulia Sarti insegna. Per dare seguito alla promessa di rafforzare i controlli sulle restituzioni, i vertici del Movimento hanno creato un conto corrente ad hoc. Dove saranno convogliati tutti i bonifici, in attesa di decidere la destinazione finale.

Nuovo conto collegato al Comitato rendicontazioni
Il codice Iban del nuovo conto corrente, come hanno spiegato fonti pentastellate all’AdnKronos, sarà collegato al “Comitato per le rendicontazioni e i rimborsi del Movimento 5 Stelle” fondato lo scorso 7 agosto davanti al notaio Luca Amato di Roma dal capo politico Luigi Di Maio e dai capigruppo grillini di Camera e Senato, Francesco D’Uva e Stefano Patuanelli. Un organismo nato per «curare attivamente l’organizzazione, l’amministrazione, il coordinamento, la disciplina, la rendicontazione e la gestione delle restituzioni degli stipendi e dei rimborsi» percepiti dai parlamentari del Movimento 5 Stelle. L’atto costitutivo, una volta reso noto, aveva sollevato tre mesi fa alcune proteste, perché prevede che, nel caso dovessero restare fondi in cassa, «questi verrano devoluti all’Associazione Rousseau» (presieduta da Davide Casaleggio, divenuto anche cofondatore della nuova associazione Movimento 5 Stelle insieme a Di Maio) cui i parlamentari già versano 300 euro ogni mese. Ma a denunciare l’incongruità era stato anche l’avvocato Lorenzo Borrè, che difende molti “dissidenti” nelle cause contro le espulsioni dal Movimento, convinto che le nuove regole siano il frutto di una «iniziativa verticistica» in difformità dalle disposizioni finali del Regolamento approvato dal Comitato di garanzia M5S il 28 giugno scorso.

Leggi anche altri articoli di Economia o leggi la fonte


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer