Malta, la via breve dei paperoni russi per la cittadinanza Ue

Repubblica

MOSCA – In tre anni oltre 700 russi hanno aderito al programma di Malta che prevede la concessione della cittadinanza in cambio d’investimenti. Tra loro, ha rivelato “Rbk”, vi sono anche molti uomini d’affari presenti nella lista dei milionari di Forbes come il fondatore di Yandex Arkadij Volozh, il coproprietario di O1 Properties Boris Mints, il presidente del gruppo Ict Aleksandr Nesis e il coproprietario del Beluga Group Aleksandr Mechetin. Il cosiddetto Programma Investitore Individuale (Iip) introdotto a Malta nel 2013 consente di fatto di comprare la cittadinanza del Paese membro dell’Unione europea per poco più di un milione di euro. Sono richiesti un contributo di 650mila euro a un fondo statale di sviluppo nazionale, l’acquisto di obbligazioni maltesi per 150mila euro e il possesso di immobili del valore di almeno 350mila euro. La cittadinanza viene estesa anche a coniugi o figli per un contributo da 25mila a 50mila euro ciascuno.
 
Il Parlamento europeo ha condannato più volte il programma perché la cittadinanza europea “non dovrebbe essere venduta a nessun prezzo”. Un’interrogazione scritta è stata presentata anche…

Fonte:

Repubblica