Mediaset: riparte trattativa per armistizio con Vivendi (Mes)


Grafico Azioni Vivendi (PK) (USOTC:VIVHY)
Intraday

Oggi : Martedì 25 Febbraio 2020

Clicca qui per i Grafici di Vivendi (PK)

Riparte il negoziato fra i legali di Mediaset e di Vivendi per verificare la possibilità di definire un “accordo di buon vicinato” che possa superare tutti i contenziosi in essere, compreso Dailymotion sui diritti d’autore, e consentire il decollo di Media for Europe (Mfe), la holding olandese a capo del progetto paneuropeo.

Questo, secondo quanto risulta al Messaggero, è il nome della possibile transazione avviata nei giorni scorsi con una proposta ancora da definire elaborata dallo studio BonelliErede inoltrata ai colleghi di Cleary Gottlieb (Vivendi), Di Porto (Fininvest), Castellani e Curtò (Simon Fiduciaria).

Nelle trentina di pagine i consulenti del Biscione, nel tentativo di accelerare i tempi della fusione transfrontaliera, disinnescando i giudizi in corso a Madrid e Amsterdam, individuano alcuni punti. Vivendi deve restare al 9,9% cedendo il 19,8% intestato a Simon Fiduciaria su disposizione dell’Agcom in conseguenza della violazione della legge Gasparri. A fronte di queste limitazioni, al gruppo francese facente capo a Vincent Bollorè vengono fatte concessioni sulla governance, qualche posto in cda.

Il nuovo tentativo riparte dopo che il giudice di Milano Elena Riva Crugnola, il 3 febbraio scorso, sciogliendo la riserva, ha respinto

la richiesta di Vivendi di congelare il riassetto perché esso provocherebbe un danno “irreparabile” alla holding tv dal punto di vista industriale, superiore a quello meramente economico che peserebbe su Parigi. Inoltre il pregiudizio per i soci di minoranza “è in realtà controbilanciato dagli istituti a tutela di tali soci previsti dal diritto olandese”. Ma il 17 febbraio c’è stato un ribaltamento di campo con la Corte spagnola che ha respinto la domanda di Mediaset di rimuovere

la sospensiva alla fusione tra Mediaset e Mediaset España in Mfe: il verdetto, però, non ha preso in considerazione il nuovo statuto varato dall’assemblea del 10 gennaio. Quindi i giudici spagnoli dovranno tornare ad esprimersima l’attenzione è focalizzata su Amsterdam: domani i giudici dovrebbero emettere un verdetto sul ricorso urgente di Vivendi di bloccare la fusione.

pev