Mediobanca, il buy back di Poste sostiene l’azione

Si allunga la lista di società che varano piani di riacquisto di azioni proprie. Oggi è la volta di Poste, che stamattina ha dato il via il buy back annunciato venerdì sera dopo la chiusura dei mercati. Il programma è stato approvato dall’assemblea dei soci del 29 maggio scorso e l’acquisto di azioni proprie, che sarà realizzato direttamente sul mercato Mta dove il titolo è quotato, è finalizzato alla costituzione di un magazzino titoli per un controvalore fino a 50 milioni di euro, corrispondenti a circa 7 milioni di azioni, pari a meno dell’1% del capitale, anche in relazione a eventuali piani di incentivazione per il personale.

A venerdì scorso il gruppo guidato dall’ad Matteo Del Fante non deteneva azioni proprie in portafoglio, neanche tramite di società controllate.

“Il buy-back non è di dimensioni rilevanti, dal momento che ha un volume pari a poco pi…
Leggi anche altri post Agenzie o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer