Mediobanca: il rischio Italia rimarrà al di sopra dei livelli pre-elettorali

La fine del quantitative easing da parte della Banca centrale europea potrebbe far iniziare una nuova fase di politica monetaria restrittiva strutturale. Questo, mentre le tensioni politiche globali (controversia commerciale Usa/ Cina e Brexit) stanno innescando una crescita globale più debole, un test per l’economia dell’Eurozona guidata dalle esportazioni. I rendimenti a 10 anni della zona euro hanno chiuso il 2018 ai minimi con una significativa contrazione nel quarto trimestre, per la compressione dei rendimenti reali, mentre gli spread sul credito societario si sono ampliati.

Visto il quadro, gli esperti di Mediobanca Securities vedono un piccolo margine di manovra per la Bce (si riunisce oggi) e per i governi di fronte a una potenziale recessione. L’Italia, in particolare, ha evitato la procedura di infrazione per deficit eccessivo ma, avvertono alla banca d’affari, la decelerazione economica sta diventando realtà.

In effetti, l’economia…
Leggi anche altri post Agenzie o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer