I mercati si aggrappano alle Banche centrali, ma le Borse Ue perdono smalto. Milano soffre con le banche


I mercati si aggrappano alle Banche centrali, ma le Borse Ue perdono smalto. Milano soffre con le banche

MILANO – Ore 12:10. Gli investitori tornano ad affidarsi alle Banche centrali per tamponare la peggiore emorragia dei mercati dalla crisi finanziaria del 2008, scaturita dal timore globale per la diffusione del coronavirus e soprattutto dai suoi impatti sull’economia. Rassicurazioni arrivano da ogni governatore, consentendo alle Borse asiatiche di tirare il fiato e a quelle europee di seguire in rialzo nelle prime fasi di scambio. Poi, però, il pessimismo torna a farsi sentire e così le Piazze del Vecchio continente erodono buona parte dei loro guadagni. Tra le prime a invertire la rotta è Milano, che dopo un avvio promettente gira in rosso con le vendite che tornano a colpire i titoli delle banche, preoccupati da una frenata economica inattesa.

Le Borse europee si indeboliscono, dunque, dopo un avvio con rialzi vicini al +2%. A metà giornata, gran parte del rimbalzo è perduto …


fonte

sito