Migranti, due barche in avaria con 140 persone a bordo in acque maltesi: “Si stanno buttando in mare, ma La Valletta non risponde agli Sos”


Migranti, due barche in avaria con 140 persone a bordo in acque maltesi: “Si stanno buttando in mare, ma La Valletta non risponde agli Sos” 

Aiuto, stiamo morendo”. È il grido disperato dei 95 migranti che si trovano a bordo di una delle due imbarcazioni in avaria nella zona Sar maltese. Come fa sapere la ong Alarm Phone che per prima ha lanciato l’allarme nella notte, in totale sono 140 le persone che in queste ore si trovano in difficoltà nel Mediterraneo mentre le autorità maltesi non rispondono e ignorano le richieste d’aiuto. Nel pomeriggio la situazione si è ulteriormente aggravata, secondo gli aggiornamenti di Alarm Phone: “La situazione è critica! Le persone a bordo ci riferiscono che la barca è piena d’acqua e che alcuni hanno cominciato a buttarsi in mare! Queste vite non valgono? Europa non guardarli annegare! – scrivono su Twitter – Le persone in pericolo dicono che c’è una nave in vista ma ancora troppo lontana da loro. Dicono che due persone si sono buttate in acqua e una è scomparsa. Ancora una volta, chiediamo alle autorità di coordinare immediatamente un’operazione di soccorso”.

Il primo appello, rivolto al Paese ma anche all’Italia, arriva a notte fonda su Twitter: “Sos urgente!!! 95 persone sono a rischio di annegare nella zona Sar di Malta! Hanno chiamato #AlarmPhone quando il motore ha smesso di funzionare e stavano imbarcando acqua. La situazione a bordo è critica. Autorità maltesi e italiane sono informate ma non rispondono. Soccorrete!”. Poi il drammatico aggiornamento delle 02:45: “Le persone in pericolo dicono di non poter rimuovere l’acqua…