Milano, incubo sfratto per 600 inquilini di via Tolstoj: “Ho 84 anni, dove andrò a vivere?”


Milano, incubo sfratto per 600 inquilini di via Tolstoj: “Ho 84 anni, dove andrò a vivere?” 

Sono tante le storie degli inquilini degli stabili in via Tolstoj a Milano, di proprietà della Reale Mutua assicurazioni che rischiano di perdere le proprie case dopo 50 anni: con un foglio recapitato nelle caselle della posta hanno scoperto che i contratti di affitto nei sei palazzi in cui vivono al Lorenteggio non saranno rinnovati. Gli appartamenti verranno abbattuti per far posto a soluzioni abitative di lusso che in molti non potranno permettersi: molte delle persone che abitano in via Tolstoj sono infatti famiglie monoreddito, anziani, disabili, vedove e anziani. “Pensano solo al lurido denaro e ai loro affari – racconta uno degli inquilini a Fanpage.it – io rimarrò qui finché muoio, morirò qui, non mi sposto. Dove vuole che vada a 76 anni? La mia vita è qui, sono 40 che siamo qui e ci conosciamo tutti”.

La comunicazione a maggio: i contratti non saranno rinnovati

“In pieno lockdown si è cominciato a vociferare di mancati rinnovi di contratto – spiega un’altra inquilina di uno degli stabili che verranno abbattuti – e così a maggio è arrivata la comunicazione ufficiale da Reale Mutua in cui ci veniva detto che i contratti in scadenza non sarebbero stati rinnovati. Non stiamo parlando di un complesso residenziale dove ci sono casi di morosità, ma di persone che vivono qui da anni”. Sono tante le paure che aleggiano tra gli inquilini di via Tolstoj: “Io sono qui da 51 anni, mia figlia ha 51 anni – le parole di un’altra residente – ho una pensione…