Minacce e insulti a Silvia Romano, Procura Milano apre inchiesta


Minacce e insulti a Silvia Romano, Procura Milano apre inchiesta

MILANO (Reuters) – La procura di Milano ha aperto un’inchiesta con l’ipotesi di reato di minacce aggravate in seguito alle centinaia di insulti e intimidazioni rivolte a Silvia Romano, la giovane volontaria milanese liberata in Somalia e rientrata in Italia due giorni fa dopo un sequestro durato un anno e mezzo.

Lo hanno riferito fonti giudiziarie, aggiungendo che l’indagine, per ora a carico di ignoti, si concentra su una grande quantità di messaggi apparsi sui social network e anche su alcune lettere ricevute dalla 24enne.

Una delle fonti ha precisato che alcune delle lettere “non sono anonime”.

La liberazione di Silvia Romano, rapita nel novembre del 2018 in Kenya dove stava svolgendo attività di volontariato per una onlus italiana, ha provocato in questi giorni, oltre a manifestazioni di gioia e solidarietà, anche un’ondata di critiche per il presunto riscatto pagato che …

 

Minacce e insulti a Silvia Romano, Procura Milano apre inchiesta

visita la pagina 

Lascia un commento