Mps, per la Bce ci sono dubbi sul piano

Il processo di risanamento e ristrutturazione del Monte del Paschi di Siena deve proseguire. E la banca toscana deve lavorare intensamente alla realizzazione del piano e al ritorno a livelli di redditività coerenti. Altrimenti rischia di saltare tutto l’impianto del progetto di rafforzamento patrimoniale e di rientro in carreggiata.

Questo di fatto emerge dalla bozza di esame Srep effettuato dalla Bce e comunicato oggi a Rocca Salimbeni. Un motivo chiaro e preciso che ora dovrà essere la stella cometa dell’ad Marco Morelli. In particolare, l’istituto controllato dallo Stato “quest’anno dovrà mantenere un requisito patrimoniale Srep complessivo dell’11%, invariato rispetto a quello del 2018, per la conferma del requisito aggiuntivo di pillar 2 pari al 3%, in aggiunta al requisito minimo di primo pilastro dell’8%”, si legge in un comunicato stampa diramato in serata da Mps .

Va detto che la…
Leggi anche altri post Agenzie o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer