Nel 2018, la perdita di dati è costata a una azienda italiana su cinque 1,5 milioni di dollari

MILANO – Una gestione efficace dei “dati” può consentire grandi risparmi e rendere più efficienti i processi all’interno di una azienda. Ma, al contrario, può costituire una perdita potenziale, se non utilizzati in modo corretto o se non ci si attrezza con adeguate barriere di ingresso. E nel 2018, la perdita di dati è costata a una azienda italiana su cinque in media 1,5 milioni di dollari (l’equivalente di 1,3 milioni di euro) a causa di perdita di dati. Il tema non è solo legato ai cyber-attacchi, ma molto più direttamente alla crescita esponenziale dei dati che ogni società deve gestire anno dopo anno. Lo rivelano i risultati della ricerca appena presentata da Dell EMC, la multinazionale che fornisce infrastrutture per la trasformazione digitale. Si tratta del Global Data Protection Index, giunto alla sua terza edizione: uno studio che abbraccia tutte le…
Leggi anche altri post Economia o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer