Ong italiana soccorre 49 migranti, la nave verso Lampedusa. Il Viminale: stop azioni illegali

La Mare Jonio, imbarcazione della ong Mediterranea Saving Humans, battente bandiera italiana, ha soccorso oggi a 42 miglia dalle coste libiche 49 persone che si trovavano a bordo di un gommone in avaria che imbarcava acqua. L’intervento è avvenuto in acque Sar libiche. Secondo quanto è stato comunicato alle autorità italiane, la Guardia Costiera libica ha assunto il coordinamento del soccorso e ha inviato nella zona dove si trovava il gommone una motovedetta.

La nave, che fa rotta verso Lampedusa, ha chiesto all’Italia di indicare loro «un porto sicuro». Immediata la reazione del Viminale, che annuncia l’arrivo di una direttiva per «stoppare definitivamente le azioni illegali delle ong», informando che il documento ribadirà le procedure dopo salvataggi in mare. La priorità, rileva, «rimane la tutela delle vite, ma subito dopo è necessario agire sotto il coordinamento dell’autorità nazionale territorialmente competente, secondo le regole internazionali della ricerca e del soccorso in mare». Qualsiasi comportamento difforme, «può essere letto come un’azione premeditata per trasportare in Italia immigrati clandestini e favorire il traffico di esseri umani».

Leggi anche altri articoli di Economia o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer