Oro in ripresa dopo 2 giorni di calo; riflettori su firma accordo USA-Cina

Oro in ripresa dopo 2 giorni di calo; riflettori su firma accordo USA-Cina

Materie prime

Di Alex Ho

Il prezzo dell’oro segna una ripresa questo mercoledì, interrompendo il recente calo sulla scia della nuova incertezza sul fronte dei commerci USA-Cina.

I future dell’oro salgono dello 0,6% a 1.553,15 dollari alle 00:47 ET (04:47 GMT).

I trader restano cauti in vista della firma della fase uno dell’accordo commerciale prevista per oggi, mentre il Segretario al Tesoro USA Steven Mnuchin ha reso noto che i dazi sui prodotti cinesi saranno in vigore fino al completamento della fase due. Citando persone informate dei fatti, Bloomberg riporta che i negoziati della fase due probabilmente inizieranno solo dopo le elezioni presidenziali americane di novembre.

Il metallo giallo è schizzato all’inizio della settimana grazie alle tensioni USA-Iran che hanno incoraggiato la domanda di asset rifugio. Tuttavia, la propensione al rischio ha visto una ripresa quando le due nazioni hanno dichiarato di non volere un’escalation della guerra.

“Una settimana fa le notizie su USA-Iran hanno scatenato un considerevole rally dell’oro, che adesso si è ridimensionato”, scrive in una nota SMC Global.