Pace contributiva con 120 rate e 1.300 assunti alla Giustizia

Estensione da 5 a 10 anni della rateizzazione mensile della cosiddetta «pace contributiva». Ministero della Giustizia autorizzato ad effettuare dal 1° luglio 2019 1.300 assunzioni di personale non dirigenziale a tempo indeterminato, e a semplificare e accelerare le procedure per i nuovi ingressi già previsti, con l’obiettivo di scongiurare il rischio di paralisi organizzativa per l’effetto «quota 100»: 10.685 uscite previste nel triennio, di cui ben 7.158 solo quest’anno.

GUARDA IL VIDEO – Reddito di cittadinanza: l’offerta di lavoro congrua è quella da 858 euro

Leggi anche altri articoli di Economia o leggi la fonte


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer