Pagamenti digitali, in Italia il 43% già non utilizza più i contanti


Pagamenti digitali, in Italia il 43% già non utilizza più i contanti 

Il Covid-19 ha costretto molte persone a cambiare significativamente il modo in cui vivono, lavorano e comunicano. Questo ha inevitabilmente influenzato pure le modalità con cui le persone pagano, non solo per beni e servizi, ma pure come inviano denaro ad amici e parenti. Secondo la ricerca Lost in Transaction di Paysafe, piattaforma leader nel settore dei pagamenti, quasi un terzo (27%) dei fruitori italiani ha detto di aver trasferito denaro ad amici o parenti una o due volte nel corso del primo mese di lockdown(la chiusura). Un ulteriore 15% degli italiani ha effettuato più di due trasferimenti nello stesso periodo, con l’1% che è arrivato a farlo almeno 11 volte. Tuttavia, non hanno utilizzato mezzi fisici per farlo, dal momento che il 43% delle persone in Italia ha detto di aver ridotto la gestione dei contanti a ragione della crisi sanitaria

Di conseguenza, il trasferimento di denaro online e i servizi di portafoglio digital stanno diventando il canale scelto dai fruitori. Con la necessità di trasferimenti di denaro internazionali destinati ad aumentare a ragione delle restrizioni globali nella circolazione, il 31% degli intervistati in Italia ha detto di aver utilizzato i portafogli digitali come il modo più rapido, efficace e conveniente per trasferire denaro all’estero da quando è iniziato il lockdown(la chiusura).

Solo l’11% degli italiani ha detto che avrebbe utilizzato un metodo di pagamento fisico per inviare denaro all’estero durante la pandemia.

seguici...sullo stesso argomento