Pane e latte vegetale: quanto risparmia chi li fa in casa

Basta ritagliarsi un paio di ore a settimana per risparmiare oltre 200 euro l’anno e mangiare alimenti di cui fidarci al cento per cento. Ma il risparmio, se vogliamo, è anche di tempo: perché chi si auto-produce il cibo non ha più bisogno di leggere e decifrare le etichette al supermercato per controllare tabelle nutrizionali ed elenco degli ingredienti.

A quanto ammonta questo risparmio di denaro? Il calcolo l’ha fatto l’Osservatorio Consumi di Qualescegliere.it il sito dedicato alle recensioni di prodotti e servizi. I prodotti presi in esame rientrano in due categorie: il pane (bianco, integrale, in cassetta e senza glutine) e le bevande vegetali a base di riso, mandorla e soia.

Secondo l’analisi di Qualescegliere.it il maggior risparmio si otterrebbe producendosi da soli il pane senza glutine a Milano: a fine anno rimarrebbero in tasca…
Leggi anche altri post Economia o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer