Lavoro

Payden & Rygel, contro l’inflazione la Fed parla chiaro

#occupazione

Nel corso del meeting del FOMC di settembre, il presidente della Fed Jerome Powell ha ripetuto il messaggio di Jackson Hole, sottolineando la volontà della Fed di riportare l’inflazione al 2% anche a costo di una recessione. Come ha dichiarato una volta Alan Blinder, ex vice presidente della Federal Reserve, “c’e stabilità dei prezzi quando si smette di parlare di inflazione”. L’inflazione, invece, ha animato la maggior parte dei dibattiti prima, durante e dopo l’ultima riunione del FOMC ed e verosimile che gli addetti di mercato non parleranno d’altro nel prossimo futuro. Dal momento che l’inflazione e sulla bocca di tutti, i banchieri centrali temono possa influenzare tutte le altre decisioni economiche, dalle richieste salariali, alla definizione del livello dei prezzi, agli investimenti. E, dal momento che i prossimi mesi si prevedono all’insegna del confronto sull’inflazione, i loro timori non faranno altro che aumentare. 

Come farà la Fed a garantire la stabilità dei prezzi? “Continueremo a farlo fino a quando il lavoro non sarà terminato”: la risposta di Powell nel corso della conferenza stampa post-meeting e un chiaro riferimento, in omaggio al libro di memorie di Paul Volcker, ai rialzi dei tassi. Se si considera l’ultimo rialzo di 75 punti base deciso in settembre, quest’anno la Fed ha aumentato nel complesso il tasso principale di 300 punti base. Per quest’anno i policymaker…


FIGN2917 => 2022-09-23 10:14:00
occupazione

Show More