Pedinato la Vigilia di Natale e licenziato: “Al supermarket durante i permessi 104”

ROMA – Il Sud Italia dei film di Checco Zalone e Alessandro Siani – dove lavorare seriamente è un’optional – forse non esiste più. Non esiste più quantomeno in Campania dove un’azienda fa pedinare un dipendente, che sospetta infedele, addirittura il 24 dicembre. La Vigilia di Natale.

E’ vero: gli investigatori privati che seguono e fotografano il dipendente non sono del tutto in regola; mancano delle licenze prefettizie per svolgere questa attività di investigazione. Ma alla fine i giudici considerano legittimi i controlli degli investigatori privati e convalidano il licenziamento del dipendente in tutti e tre i gradi di giudizio. Dunque ormai in modo definitivo (come scrive il sito Cassazione.net).

Troppo grave – secondo i giudici – è la colpa di questo operaio, che lavora in un’industria dolciaria di prima fascia. E’ andato al supermercato a fare acquisti personali sfruttando i permessi che la legge…
Leggi anche altri post Economia o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer