Pedofilia, testimonianza-shock al summit in Vaticano. «Io abusata a 11 anni»

«Buonasera, volevo raccontarvi di quand’ero bambina. Ma è inutile farlo perché a 11 anni un sacerdote della mia parrocchia ha distrutto la mia vita». Inizia così la raggelante testimonianza letta la sera di venerdì da una donna, presumibilmente italiana di poco più di 50 anni, che ha subito abusi ripetuti per cinque anni (quindi per il periodo dell’adolescenza), e – cosa ancora più incredibile – «nessuno se n’è accorto». La testimonianza è stata resa nota dalla stessa sala stampa della Santa Sede – a conferma dello spirito di massima trasparenza impressa dal Papa in questo summit dove sono stati chiamati i capi delle chiese del mondo più tutti i vertici della Curia, 190 persone – e si aggiunge alle altre già lette nei giorni scorsi.

«Da allora io, che adoravo i colori e facevo capriole sui prati spensierata, non sono più esistita. Restano invece incise nei miei occhi, nelle orecchie, nel naso, nel corpo, nell’anima tutte le volte in cui, lui, bloccava me bambina con una forza sovrumana: io mi anestetizzavo, restavo in apnea, uscivo dal mio corpo, cercavo disperatamente con gli occhi una finestra per guardare fuori, in attesa che tutto finisse. Pensavo “se non mi muovo, forse non sentirò nulla; se non respiro, forse potrei morire”».

Leggi anche altri articoli di Economia o leggi la fonte


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer