Pensioni quota 100, ogni settimana 20mila domande in più rispetto alla Fornero

Nelle prime tre settimane di sperimentazione, “quota 100” ha superato di slancio 60mila domande di anticipo pensionistico. Una valanga di richieste che non ha pari nelle statistiche delle ultime riforme previdenziali. Prendiamo per esempio le nuove flessibilità di uscita dal mercato del lavoro introdotte dai governi Renzi e Gentiloni ed entrate in vigore tra il 2017 e il 2018: in 24 mesi utilizzando l’Ape sociale, l’anticipo concesso ai lavoratori precoci e quello per le aderenti a “opzione donna”, ci si è fermati a 59.400 pensionamenti. Altro esempio: tra il 2012 e il 2018 le otto salvaguardie messe in campo per garantire un pensionamento con i requisiti pre-Fornero ai cosiddetti “esodati” sono state utilizzate da poco meno di 147mila lavoratori, un dato quest’ultimo che comprende anche i 12.500 lavoratori impegnati in attività usuranti usciti prima.

CONSULTA IL DOSSIER – Pensioni 2019: calcolo, requisiti, novità approfondimenti

Leggi anche altri articoli di Economia o leggi la fonte


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer