Per far dimenticare il disastro pandemia Trump sta creando le condizioni per uno scontro sociale in Usa


Per far dimenticare il disastro pandemia Trump sta creando le condizioni per uno scontro sociale in Usa 

La scorsa domenica, in una intervista a “Fox News Sunday”, il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, alla domanda se stesse ipotizzando che non potrebbe non accettare il risultato delle prossime elezioni ha risposto in questo modo: 

“No. I have to see. Look you… I have to see. No, I’m not going to just say yes. I’m not going to say no. And I didn’t last time, either”.

Devo vedere… non dico sì, ma neppure no… Non l’ho fato neppure la volta scorsa.

Non è tardata ad arrivare la risposta di Nancy Pelosi, speaker della Camera e principale esponente del Partito Democratico:

“There is a process. It has nothing to do with if the certain occupant of the White House doesn’t feel like moving and has to be fumigated out of there because the presidency is the presidency”. 

C’è un processo. Non ha nulla a che fare con il fatto che un certo occupante della Casa Bianca non abbia voglia di trasferirsi e deve essere stanato da lì, perché la presidenza è la presidenza”.

Nonostante la mancanza di prove, Trump si è spesso lamentato che il voto per corrispondenza, che quest’anno promette di essere utilizzato più di quanto sia avvenuto in passato a causa dell’emergenza coronavirus, potrebbe falsare il risultato elettorale.

Ma Trump, che oramai si aggrappa a qualunque appiglio per distrarre con le sue provocazioni l’opinione pubblica dalla sciagurata gestione della pandemia da parte della sua amministrazione, questo lunedì ha dichiarato che è intenzionato ad  inviare…