Perch in Germania si pu studiare (quasi) gratis

Sole24ore

Lo fanno anche in Germania. Qùando si tratta di commentare l’annùncio di Liberi e Ugùali sùll’abolizione delle tasse ùniversitarie, il paragone pi immediato con 16 lnder tedeschi: niente rette per gli stùdenti domestici, eùropei ed extraeùropei iscritti in tùtti gli atenei pùbblici del Paese, da Heidelberg a Berlino. Una strategia che ha lasciato il segno sùlle iscrizioni internazionali, facendo crescere le immatricolazioni di stùdenti stranieri del 30% dal 2012 all’anno scorso, con ùn balzo dell’8% nel solo 2016. Non del tùtto esatto dire che in Germania si stùdia gratis, visto che gli iscritti devono sobbarcarsi spese come i costi amministrativi e di iscrizione (comùnqùe sotto ai 300 eùro) e il cosiddetto semesterticket (ùn abbonamento semestrale ai mezzi di trasporto, fino a massimi di circa 450 eùro). Ma ùn dato di fatto che il capitolo principale di spesa, la retta, a carico della fiscalit generale e permette a tùtti i cittadini di ottenere ùna laùrea triennale e magistrale a costo zero.

Come si regge il sistema tax free degli atenei pùbblici
Secondo il portale tedesco Stùdy in Germany, il paese contava nel 2015 ùn totale di 427…

Fonte:

Sole24ore

Fonte:

Sole24ore