Piazza Affari appesantita da taglio stime Fmi, Telecom precipita ancora

Prevalenza delle vendite a Piazza Affari. L’indice Ftse Mib segna un calo dello 0,54% a quota 19.532 punti dando così seguito al calo della vigilia dettato dallo stacco acconto dividendi 2018 di Enel e Snam e dall’ennesima seduta difficile di Telecom Italia.

Sui mercati tornano i timori per la crescita economica globale. Il Fmi ha tagliato le stime di crescita mondiale al 3,5% nel 2019, ossia il ritmo di crescita più basso degli ultimi tre anni. Revisioni al ribasso soprattutto per l’Eurozona con taglio delle stime sull’Italia a +0,6%, stesso valore indicato venerdì scorso da Bankitalia.

Sul parterre di Piazza Affari si conferma il momento no di Telecom Italia che cede l’1,72% e ha toccato in avvio i nuovi minimi storici a 0,4659 euro. In mercato guarda ai problemi sul fronte governance con le continue…
Leggi anche altri post Agenzie o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer