Piazza Affari chiude in rosso, spread a 288 punti base

I timori palesati da Wall Street sulle tempistiche del negoziato tra Usa e Cina per gli accordi commerciali impattano sulle borse europee e, quindi, anche su Piazza Affari. Il listino milanese, infatti, ha archiviato la settimana in calo dello 0,65%, in scia al calo sensibile (-1%) di Francoforte. Ovviamente sul mercato italiano pesano ancora le continue tensioni politiche con la Francia.

Inoltre su Milano si fanno sentire le pressioni della recessione tecnica nella quale è entrata il Paese. E non hanno certo aiutato i nuovi dati relativi alla produzione industriale. Perché, dopo il calo del 2,6% registrato a novembre, nel dicembre 2018 la produzione industriale è crollata del 5,5% su base annua e dello 0,8% rispetto a novembre. In particolare, l’Istat parla di “variazione ampiamente negativa sia su base congiunturale sia in termini annui” e sottolinea che “tale flessione è diffusa a livello settoriale”. Il dato…
Leggi anche altri post Agenzie o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer